Ambrovit – Stoccaggio perfetto per viti e bulloni

logo-ambrovit

Automatizzare le attività di magazzino per ottimizzare lo spazio e risparmiare tempo

Dadi, rondelle, bulloni, viti autofilettanti e autoperforanti, viti inox. Questi sono solo alcuni dei prodotti di Ambrovit, società italiana nata nel 1997 grazie all’iniziativa di alcuni imprenditori del settore della viteria. L’azienda svolge la sua attività presso la sede di Garlasco (Pavia) ed i suoi prodotti sono destinati a impieghi in svariati settori quali industrie del mobile, industrie meccaniche, coperture civili e industriali, arredo, falegnameria, ferramenta, cantieri navali e macchinari a uso alimentare.

Ambrovit_MG_9330Nel vecchio sito produttivo, lo stoccaggio veniva realizzato su scaffalature bifronti tradizionali e le operazioni di picking venivano effettuate attraverso carrelli trilaterali con uomo a bordo.
Poiché l’azienda ha assistito negli ultimi anni ad una notevole crescita del proprio business, gli spazi già piuttosto angusti sono diventati insufficienti e avevano inizialmente generato la scelta di affidare in outsourcing una parte delle attività di magazzino.
In seguito però Ambrovit ha scelto di concentrare tutta l’attività in un nuovo sito, dotandolo di un impianto automatizzato per lo stoccaggio dei prodotti pallettizzati, per poter monitorare pienamente tutti i processi e per poter ottenere un aumento della produttività delle attività di picking e di tutti i flussi operativi.

La progettazione del nuovo stabilimento

Nel 2009 è stato terminato il progetto di realizzazione del nuovo stabilimento di Garlasco, che è un’opera industriale ad eccellente contenuto tecnologico.Ambrovit_MG_9094
LCS, in stretta collaborazione con il partner Kardex Mlog Logistics Gmbh, ha assistito Ambrovit nel complesso percorso di progettazione, costruzione e gestione del nuovo magazzino automatico con 4 trasloelevatori alti 25 metri. Gli ingressi e le uscite delle unità di carico dal magazzino automatico sono gestiti da due testate che operano a diversi livelli in altezza per separare i flussi in ingresso e in uscita, così da ottenere maggiore efficienza nelle movimentazioni.

Quali sono i vantaggi?

L’impAmbrovit_MG_9080lementazione del magazzino automatico ha permesso di svolgere l’attività di evasione degli ordini con minore difficoltà e maggiore celerità. Infatti, se prima gli operatori si spostavano continuamente nei corridoi del magazzino utilizzando carrelli commissionatori per prelevare la merce ed evadere gli ordini, ora invece le merci stesse si spostano all’interno del magazzino, grazie a trasloelevatori e linee di trasporto, per giungere direttamente agli addetti all’impianto, che lavorano in modo più ergonomico, ed hanno meno possibilità di compiere errori.
Inoltre, il nuovo magazzino automatico ha notevolmente aumentato la capacità di stoccaggio, perché le merci possono essere ubicate fino a 24 metri di altezza.

Grazie alla collaborazione tra LCS ed il cliente, si è pervenuti ad un sistema gestionale integrato in cui tutti i processi aziendali sono completamente informatizzati e resi omogenei tra loro. Oggi LCS svolge la funzione di partner attivo e si occupa della gestione delle attività di manutenzione del magazzino automatico.

Ambrovit_MG_9241 - Copia

Dati tecnici

Anno di costruzione magazzino automatizzato: 2009
Superficie: 2.000 mq circa
Obiettivo: stoccaggio e distribuzione di prodotti finiti
Tipologia clienti: grossisti/distributori/retail
Altezza magazzino automatico: 24 m circa
Unità di carico immagazzinate: UdC pallettizzate (1.200 mm x 800 mm, h=890 mm)
Quantità massima a stock: 15.136 UdC
Movimentazioni: 120 UdC/h in – 120UdC/h out
Sistemi di identificazione dei materiali: barcode
Sistemi di trasmissione dati agli operatori: PC

 

Leggi l’articolo pubblicato sulla rivista €uromerci!

Guarda il video!

http://www.youtube.com/watch?v=i9gF2PeIFFY